Pignoramento conto corrente estero

Dic 26, 2019 | Estero, Recupero crediti | 0 commenti

In questo articolo parleremo di pignoramento del conto corrente estero. Ma è possibile scoprire il conto corrente di una persona? Molti ci chiedono se una visura dei conti correnti intestati sia effettuabile anche all’estero, per questo motivo abbiamo deciso di approfondire l’argomento inerente il controllo del conto corrente bancario con particolare riferimento al pignoramento del conto corrente estero.

Vedremo in modo particolare cosa cambierà con l’entrata in vigore del Regolamento (UE) N. 655/2014. Il regolamento prevede la possibilità di richiedere il sequestro conservativo dei beni del debitore localizzato in uno Stato Europeo. Se ad esempio un’azienda Italiana vanta un credito da una Tedesca, secondo tale Regolamento l’azienda italiana può richiedere il sequestro del conto corrente dell’azienda tedesca.

Vediamo nello specifico di cosa si tratta

Pignoramento conto corrente estero: i requisiti per agire

Al pari del Decreto Ingiuntivo Europeo, anche tale procedura richiede due requisiti fondamentali:

  1. Il credito deve essere liquido ed esigibile; per cui in caso di contestazioni o fattispecie differenti sarà difficile attuare la procedura
  2. Il credito ha per oggetto due soggetti per l’appunto residenti in Stati diversi dell’Unione Europea

La procedura tende quindi ad un rapido riconoscimento del credito all’estero, nell’altro Stato Europeo, al fine di permettere la fase esecutiva nel detto Stato. Il Giudice dello Stato Membro che riceverà tale istanza provvederà a riconoscere la sentenza ed omologarla secondo le procedure del Suo Stato membro.

I dubbi sulla nuova procedura Europea

Il Regolamento 655/2014 al pari dell’introduzione del decreto ingiuntivo europeo fanno parte di quei provvedimenti volti ad armonizzare le procedure all’interno dell’Unione Europea. Queste innovazioni, sicuramente performanti sulla carta, incontrano però difficoltà operative, e persistono dubbi sulla loro reale efficacia.

Esempio ne è la mancanza di un’Autorità di raccolta delle informazioni inerenti i conti correnti a cui accedere per “rintracciare il conto corrente di un debitore“. Questa è prevista nel Regolamento, anzi avrebbe dovuto essere già stata istituita. Ciò purtroppo non è accaduto, per le evidenti difficoltà di armonizzare le diverse legislazioni degli stati membri.

Vi sono giurisdizioni ove questo regime di pubblicità è obbligatorio e permette di ridurre i tempi della fase esecutiva.

Ad esempio se devo recuperare un credito in Slovenia può essere utile sapere che le società hanno l’obbligo di indicare i dettagli di tutti i conti correnti societari utilizzati direttamente alla Camera di Commercio; tale dato quindi è a disposizione delle autorità giudiziarie e dei creditori, per mezzo di specifici operatori, per intentare un’azione esecutiva ove Ve ne sia la necessità.

Allo stato attuale quindi, posto che tale procedura necessiterà di strumenti attuativi, la stessa sarebbe comunque attuabile unicamente se si conosce l’ubicazione del conto corrente del debitore. Nel caso questo dato non fosse disponibile sarebbe inutile attuare tale procedura.

Rimane anche evidente la necessità di valutare preventivamente l’opportunità di procedere ad un’azione di recupero all’estero, valutando se il soggetto debitore è capjente e solvibile. A tal proposito disponiamo di una gamma completa di report anche in tempo reale visionabili nell’area dedicata cliccando qui.

Pignoramento conto estero: le soluzioni attuabili immediatamente

Allo stato attuale quindi qual’è la migliore soluzione per addivenire al pignoramento di un conto all’estero? In primo luogo occorre verificare il foro competente ove sia possibile incardinare il procedimento. Ciò dipende dalle condizioni contrattuali firmate dalle parti all’atto della transazione; in mancanza ciò è demandato alla normativa internazionale. Nel caso sia possibile agire nel foro del debitore, allora sarà opportuno, nella maggioranza dei casi, agire direttamente presso il foro del debitore.

Di vitale importanza verificare se il conto è stato dichiarato allo Stato Italiano come prevederebbe la normativa, oppure no. Nel primo caso questa informazione emerge per mezzo delle nostre indagini patrimoniali approfondite che contengono anche indicazione reddituali. Nel secondo caso invece è necessario individuare almeno uno stato nel quale il soggetto intratterrebbe interessi economici.

Può essere di aiuto ad esempio un report che, ad un costo modico, verifica se il soggetto ha cariche ricoperte a livello europeo. Individuata una giurisdizione poi si verificherà come procedere al fine di ottenere le informazioni necessarie al pignoramento del conto estero. In base alla giurisdizione, infatti, proporremo una soluzione investigativa, piuttosto che una soluzione stragiudiziale o giudiziale.

Se, ad esempio, devo recuperare un credito in Romania allora dovrò agire per mezzo di un esecutore privato che otterrà in autonomia tutte le informazioni utili al recupero. Cosa diversa se devo recuperare un credito in Polonia, ove è preferibile un azione stragiudiziale prima di intervenire giudizialmente. Diverse saranno le procedure per il recupero di un credito extra-ue, come ad esempio il recupero di un credito vantato in Serbia

La conoscenza della legislazione estera è molto importante, per agire correttamente e tempestivamente ed evitare di commettere errori. Vi sono ad esempio giurisdizioni nelle quali i tempi di prescrizione sono molto ridotti, e se non si agisce tempestivamente si rischia la prescrizione. Si pensi ad esempio se devo recuperare un credito in Germania, ove i termini di prescrizione scendono anche a due anni, e si interrompono esclusivamente con l’introduzione di un giudizio presso il Tribunale Tedesco competente, e non con una mera lettera monitoria.

Recupero crediti all’estero, le soluzioni di STAR Information

Spesso quando si tratta di recupero crediti verso debitori all’estero si pensa che ogni sistema funzioni come quello italiano. Questo è un errore comune. Paesi anche vicini territorialmente all’Italia, hanno sistemi profondamente diversi. Germania, Austria, Slovenia, Francia, solo per fare un esempio, richiedono un approccio molto differente in termini di azione da espletare.

Mentre in alcuni Paesi un’azione stragiudiziale è necessaria ed imprescindibile., in altri non è necessaria, anzi è inutile sia dal punto di vista pratico che normativo. Occorre quindi un partner che possa fornire sia la consulenza adeguata che gli strumenti idonei ad agire correttamente nei diversi Stati.

Come STAR information disponiamo di un rete consolidata di partners nei diversi Stati Europei ed extraEuropei in grado di espletare le corrette azioni per un efficace recupero del credito sia dal punto di vista stragiudiziale che giudiziale. Non solo quindi report esteri per recupero crediti ma anche assistenza per il recupero del credito all’estero.

Se vuoi maggiori informazioni chiama 0532 458158 oppure scrivi a segreteria@stareinfo.com 

 

INDAGINE BANCARIA CON CAPIENZA

220,00  +Iva
Promo 179,00 +Iva

indagine bancaria nazionale


_____________________________

INDAGINE PATRIMONIALE CON BANCHE SOCIETA’

237,00 +Iva
Promo 204,00 +Iva



_____________________________

error: Content is protected !!