Recupero Crediti, cosa si intende?

Gen 6, 2020 | Recupero crediti | 0 commenti

Recupero crediti, cosa si intende? Spesso si fa confusione quando si parla di questa materia. In questo articolo spiegheremo nello specifico cosa si intende per recupero crediti privati, azione che può essere attuata anche verso aziende. Spiegheremo come rendere efficace e veloce il recupero crediti.

CLICCA QUI SE VUOI ESSERE CONTATTATO

 

 

INDICE

  1. Quando si può agire per recuperare il credito?
  2. Fase stragiudiziale del recupero
  3. Fase giudiziale del recupero
  4. L’importanza dell’informazione commerciale per recupero
  5. Come rendere efficace il recupero dei crediti

Quando si può agire per recuperare il credito

Si può promuovere un’azione di recupero crediti, quando un privato o un’azienda (creditore), vantano delle somme da un terzo (debitore), per varie motivazioni che vanno dalla vendita di un bene, di un servizio, da lavoro svolto, da un affitto non pagato, o da quant’altro pattuito in un accordo e poi non rispettato nel pagamento dello stesso.

Quindi in definitiva, nel momento in cui il debitore non rispetta il termine di pagamento pattuito preventivamente, il creditore può procedere all’azione di recupero crediti nei confronti del debitore, al fine di vedere soddisfatti i propri diritti.

Devi Recuperare un Credito all’ESTERO? CLICCA QUI

Il recupero crediti è una vera e propria attività professionale che per cui può essere svolta esclusivamente da professionisti qualificati ed abilitati, e si suddivide in due diverse fasi, più precisamente:

  1. Recupero crediti stragiudiziale, che può essere svolta o da società munite di licenza ex Art115 T.U.L.P.S, rilasciata dalla Questura di competenza, o da Avvocati iscritti all’Albo.
  2. Recupero crediti giudiziale, che può essere svolta solo da Avvocati iscritti all’Albo, unici ad avere la competenza professionale nell’espletamento delle varie fasi, finanche il pignoramento dei beni del debitore.

Fase Stragiudiziale del recupero

La fase stragiudiziale prevede la stesura e l’invio di una lettera di messa in mora a mezzo raccomandata A/R o PEC nel caso di aziende iscritte al registro delle imprese, nella quale la società di recupero crediti o l’Avvocato metterà formalmente in mora il debitore,

Nella lettera saranno elencate le somme da pagare e la natura del debito, oltre ad i tempi per effettuare il pagamento stesso (di solito sono 10 gg. dall’avvenuta consegna delle missiva), invitandolo anche a mettersi in contatto per eventuali chiarimenti.

Nel caso in cui il debitore non provvedesse autonomamente a contattare la società di recupero crediti/Avvocato, un professionista provvederà a contattare telefonicamente il debitore al fine del raggiungimento di un accordo bonario, atto ad evitare ulteriori spese ed interessi.

Nella malaugurata ipotesi che i tentativi sopra elencati non dovessero sortire effetti, si potrebbe tentare con l’ultima fase del recupero stragiudiziale, cioè l’invio presso la residenza del debitore, dell’agente riscossore (la cosiddetta esazione domiciliare).

Tale pratica ultimamente è caduta un po’ in disuso per via del bassissimo rapporto costi/benefici. L’esattore infatti non ha poteri specifici e/o coercitivi nei confronti del debitore, che quindi potrebbe semplicemente non farsi trovare o non aprire nemmeno il portone senza incorrere in alcunché.

Quindi riepilogando possiamo dire che le fasi stragiudiziali sono due:

  • Invio della lettera di messa in mora con richiesta di pagamento entro e non oltre 10 gg. dal ricevimento della stessa.
  • Tentativo telefonico di raggiungere un accordo bonario di pagamento, che potrebbe essere effettuato in un’unica soluzione o con un pagamento rateale, finanche il rilascio di titoli di pagamento come da rate pattuite.

Nel caso in cui il debitore abbia anche una minima intenzione di adempiere alla sua obbligazione, in questa fase sarà possibile raggiungere un accordo, sempre con il benestare del creditore, azione che eviterà ulteriori tempi e spese.

La società Star Information Srl, nonostante in possesso di tutti i requisiti per poter svolgere la prima attività stragiudiziale con competenza e professionalità, utilizza sin dalla prima lettera di messa in mora Avvocati convenzionati interni, al fine di garantire la massima efficacia e professionalità anche in questa fase transattiva.

Nel caso di necessità di ulteriori azioni gli stessi potranno già procedere alla fase giudiziale su incarico diretto del creditore, senza necessità di incaricare un nuovo legale istruendolo sui motivi del contendere e le specificità del recupero stesso.

La fase giudiziale del recupero

Nel caso in cui la fase stragiudiziale non sia sufficiente sarà necessaria un’ulteriore azione, ovvero la fase Giudiziale. La stessa può essere espletata però solo dopo aver tentato un accordo stragiudiziale, o comunque dopo aver inviato al debitore una lettera di messa in mora in cui lo si invita al pagamento di quanto dovuto entro un certo termine (che solitamente sono 10 gg.).

A questo punto l’Avvocato incaricato, avendo già espletato il tentativo stragiudiziale ed inviato la lettera di messa in mora, potrà procedere con le varie fasi del recupero giudiziale.

Generalmente in questa fase STAR Information SRL per mezzo dei suoi legali convenzionati, richiederà esclusivamente le spese giudiziarie necessarie per iniziare l’azione giudiziaria, regolando con un patto quota lite i rimanenti compensi. Ciò permette di ridurre moltissimo le spese iniziali a vantaggio del creditore.

Per quanto concerne la fase giudiziale, gli step previsti sono tre, più precisamente:

  • L’emissione da parte del Giudice competente del Ricorso per Decreto Ingiuntivo, cioè la richiesta al Tribunale del titolo di pagamento da notificare al debitore, il quale successivamente avrà 40 gg. di tempo per effettuare un opposizione, nel caso ritenga che la richiesta di pagamento non sia dovuta, presentando quindi al Giudice un’istanza con tutte le prove in suo possesso.

Di conseguenza, in virtù dell’opposizione stessa, si aprirà un procedimento di merito nel quale entrambe le parti potranno produrre tutti i documenti/testimoni al fine di vedere riconosciute le proprie ragioni, ed il Giudice, esaminati tutti gli atti, deciderà se ammettere il decreto ingiuntivo o se dichiararlo nullo.

Nel caso il debitore non provvedesse a presentare l’opposizione de quo entro il termine di 40 gg. dall’avvenuta notifica, il decreto sarà dichiarato esecutivo, ed il creditore potrà procedere con le successive fasi.

  • La seconda fase prevede la notifica al debitore dell’Atto di Precetto, cioè l’ultima richiesta di pagamento che lo stesso potrà adottare entro e non oltre 10 gg. dal ricevimento della stessa.
  • Nel caso in cui nessuno dei due Atti precedenti vengano presi in considerazione dal debitore, il creditore potrà quindi procedere al pignoramento dei beni del debitore, fino al raggiungimento dei propri crediti vantati, chiaramente aumentati di tutte le spese legali e di giustizia già anticipate, nonché degli interessi moratori che il giudice avrà avallato già nell’emissione del Decreto Ingiuntivo.

L’importanza dell’informazione commerciale per recupero crediti

Dopo aver analizzato le modalità di recupero crediti ad oggi previste dalla legislazione vigente, è bene ribadire l’importanza delle informazioni commerciali per recupero crediti fornite da STAR Information SR.

Prima di iniziare qualsiasi tipo di recupero crediti, è bene effettuare uno studio di solvibilità sul debitore, sia esso soggetto privato o soggetto giuridico, onde evitare di promuovere azioni lunghe e costose per poi trovarsi ad avere a che fare con soggetti nullatenenti e quindi nell’impossibilità di vedere soddisfatti i propri diritti.

La nostra professionalità nasce proprio dal fatto che siamo in grado di effettuare una vera e propria analisi del soggetto debitore, utilizzando le migliori metodologie investigative al fine di avere contezza di tutti i beni intestati al debitore o comunque di tutti gli emolumenti eventualmente percepiti, nello specifico:

Come rendere efficace il recupero dei crediti

Siamo quindi a ribadire che un efficace azione di recupero credito è determinata da tre fattori di pari importanza, e cioè:

  • Un’accurata analisi patrimoniale del debitore, da effettuarsi preventivamente all’azione di recupero crediti.

  • Una forte tempestività nel procedere al recupero dei crediti vantati, onde evitare che la vetustà delle somme vantate possa diminuire in maniera esponenziale le possibilità di recuperare quanto dovuto.

  • Affidarsi solo a società e professionisti competenti che operano esclusivamente nel settore del recupero del credito, i quali sono gli unici ad avere le competenze e le strutture organizzative per poter agire tempestivamente su tutto il territorio nazionale ed internazionale.

I professionisti di STAR Information hanno maturato in oltre un decennio, una grande esperienza e professionalità sia nelle informazioni commerciali, sia nel recupero crediti nazionale ed internazionale, fornendo informazioni commerciali ad importanti realtà nazionali ed internazionali.

Per maggiori informazioni chiama 0532 458158 oppure scrivi a segreteria@stareinfo.com

INDICE

INDAGINE BANCARIA CON CAPIENZA

220,00  +Iva
Promo 179,00 +Iva

indagine bancaria nazionale


_____________________________

INDAGINE PATRIMONIALE CON BANCHE SOCIETA’

237,00 +Iva
Promo 204,00 +Iva



_____________________________

error: Content is protected !!